Coda di rospo alla menta glaciale su purea di Carote Novelle IGP di Ispica

Ingredienti

Quattro tranci di coda di rospo
Olio extra Vergine
Sale e Pepe
Carote Novelle IGP di Ispica
Menta
Buccia di limone
Aglio



Prendete le Carote Novelle IGP di Ispica, pelatele e tagliatele a pezzetti, preparate un fondo in una pentola con l’olio profumato all’aglio e fatevi rosolare le Carote Novelle IGP di Ispica. Una volta dorate sfumate con del vino bianco, aggiungete dell’acqua quanto basta e portate a cottura.
Insaporite con sale e pepe, e passate al mixer ottenendo una purea densa e composta.
In una padella rosolate i tranci della coda di rospo, salate e pepate. Sfumate con del vino bianco, aggiungete le foglie di menta e la buccia del limone grattugiata, fate restringere il sughetto e componete nel piatto mettendo alla base la purea delle Carote Novelle IGP di Ispica, adagiando sopra la coda di rospo ed il fondo di cottura. Decorate con un ciuffo di menta fresca.

In evidenza

  • CAMPAGNA DI PROMOZIONE 2018
  • Il programma di informazione e promozione del PSR 2014-2020 sottomisura 3.2 per l’anno 2018 mira essenzialmente a trasferire nel grande pubblico la conoscenza di un prodotto regionale di qualità a marchio IGP, con focus su un target mirato di utenti a cui è opportuno trasferire le informazioni sulle proprietà salubri e salutistiche del prodotto, poco note, al fine di aumentare il bacino di consumatori del prodotto. Grazie ad un’azione di questo tipo sarà possibile diffondere nel resto della Sicilia, oltre al territorio d’Ispica (RG) la conoscenza della qualità e del valore di un prodotto siciliano agricolo poco noto e della sua certificazione di qualità IGP, creando nuove opportunità di mercato.


  • Campagna Aicig per i prodotti DOP e IG
  • Lo spot televisivo dedicato ai prodotti DOP e IGP


  • Uno Mattina, RAI1: si parla di noi
  • Ecco la puntata andata in onda su Uno Mattina, RAI1, del 17 marzo 2014.


  • Le eccellenze italiane -  Servizio di Tarsia Trevisan
  • Il video dedicato alle eccellenze italiane a cura di Tarsia Trevisan.